b_250_200_16777215_00_images_CERES_IMG_7814.jpg

Si è svolto presso sala conferenze del Centro Ricerche Sotacarbo, nella Grande Miniera di Serbariu, il seminario di approfondimento sullo stato di avanzamento del Piano Sulcis, per delegati e dirigenti delle federazioni territoriali del Sulcis Iglesiente, organizzato dalla CISL Sulcis Iglesiente.

L'inizio dei lavori sono stati preceduti da una visita guidata al Museo del Carbone e  alla miniera Serbariu.

I lavori, dopo la proiezione di un filmato sulla nascita di Carbonia e di quella del polo industriale di Portovesme, seguita alla chiusura delle miniere, sono stati aperti dalla relazione introduttiva del commissario UST Sulcis Iglesiente, Piero Ragazzini.

Ragazzini ha sottolineato il significato simbolo che riveste l'area della Miniera Sebariu, simbolo della storia millenaria dell'estrazione millenaria del Sulcis Iglesiente, ma anche la storia di igliaia di lavoratori costretti a lavorare in condizioni "disumane".

Ma anche luogo simbolico del riscatto di queste terre; la presenza all'interno della sala conferenze della Sotacarbo azienda del Polo Teconologico e centro di Recerche avanzato punto di riferimento nazionale ed europeo nello sviluppo di nuove tecnologie per l'impiego sostenibile dei conbustibili fossili.

Ragazzini ha poi sottolinenato la posizione della CISL Territoriale di grande interesse e attenzione per il PIANO SULCIS che è uno strumento importante e decisivo per il rilancio e lo sviluppo del territorio.

Gli interventi previsti in materia di salvaguardia del tessuto produttivo, di risanamento ambientale, i programmi di ricerca e sviluppo tecnologico, gli interventi infrestrutturali e gli impegni formativi e finanziari sono strumenti idonei per fronteggiare la crisi che da tempo interessa il Sulcis Iglesiente.

Ceres dell'Ufficio del Commissario ha illlustarto alcune slides di sintesi del Piano Sulcis con gli interventi e le misure previste per singoli programmi, lo stato di avanzamento e i ritardi e le difficoltà dei singoli interventi.

Tore Cherchi, ex coordinatore del Piano Sulcis, ha svolto un’ampia relazione sullo stato di avanzamento dell’importante strumento che con uno stanziamento di oltre un miliardo e 200 milioni di euro, 805 milioni dei quali di fondi pubblici, prevede una lunga serie di interventi in vari settori: dai programmi destinati  alla salvaguardia dell’area industriale metallurgica ed alla diversificazione e all’innovazione del modello di sviluppo – quelli con maggiore impatto in termini di occupazione -, alla fiscalità di vantaggio per le micro e piccole imprese; dai bandi per incentivi alle imprese agli interventi nella filiera dell’agroalimentare, dal rilancio del Parco Geominerario al progetto ARIA; dalle bonifiche delle ex aree minerarie, dell’ex Sardamag e dell’area industriale di Portovesme, alle infrastrutture di porti, approdi e viabilità, tra i quali l’intervento più rilevante è quello previsto a Sant’Antioco, al centro da alcuni anni di un acceso dibattito; e, infine, l’interconnessione dei bacini del Sulcis Iglesiente.

Tore Cherchi ha sottolineato i ritardi accumulati ma, al tempo stesso, la rilevanza degli interventi in itinere e di quelli ancora in cantiere che vanno seguiti con grande attenzione.  

Nel corso di un breve dibattito, sono intervenuti, tra gli altri, l’ex segretario regionale della FSM Cisl, Rino Barca, ed Antonello Pirotto, leader della RSU Eurallumina, che ha rimarcato la necessità di una forte mobilitazione a difesa della realtà industriale, indispensabile per dare un futuro al territorio. L’attenzione principale è stata dedicata alle ormai note vicende legate al processo di decarbonizzazione che prevede il phase-out entro il 2025, termine ritenuto non attuabile in Sardegna, unica regione in Italia priva del metano, per la quale il Governo non intende concedere né deroghe per il phase-out né il via libera alla realizzazione della dorsale del gas, sostenendo in alternativa la realizzazione di un cavidotto per l’approvvigionamento dalla Sicilia e di piccoli depositi di accumulo costieri.

E’ poi intervenuto Gavino Carta, segretario generale USR Sardegna, che ha rimarcato la necessità di una forte mobilitazione a difesa di ciò che resta dell’industria in Sardegna e in particolare nel Sulcis Iglesiente, con una forte sensibilizzazione, e sollecitazione alla Giunta regionale, perché faccia pressione sul Governo affinché modifichi la sua rigida posizione su phase-out e dorsale del gas, per evitare il tracollo del polo industriale e quindi dell’intero territorio.

I lavori sono stati conclusi dall’intervento di Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto della CISL, che ha svolto un’ampia relazione, partendo dal Piano Sulcis, spaziando poi per le emergenze nel polo industriale, con particolare riferimento alla vertenza energetica, e ai rapporti con il nuovo Governo, sui temi della politica energetica ed industriale.

 

  • Patronato INAS
    INAS - Tutela e assistenza del lavoratore e del pensionato nei rapporti con gli enti previdenziali e assicurativi
  • IAL
    IAL - Attività di orientamento, di formazione, di qualificazione, di riqualificazione e di aggiornamento professionale rivolte a lavoratori, giovani e adulti, occupati e non.
  • Vivace
    vIVAce! - La community dei lavoratori indipendenti e delle nuove professioni, che finalmente dà voce alle Partite IVA ordinistiche e non e ai Freelance.
  • Sindacare
    SINDACARE - Assistenza e consulenza nelle controversie di lavoro, controllo delle buste paga, recupero crediti, impugnazione del licenziamento
  • Sportello Lavoro
    SPORTELLO LAVORO - Informazione, orientamento ed assisitenza a lavoratori e disoccupati
  • Caf
    CAF - Consulenza e pratiche su tematiche fiscali, catastali, agevolazioni sociali, contenzioso tributario
  • Adiconsum
    ADICONSUM - Associazione a tutela e difesa dei consumatori
  • Anteas
    ANTEAS - Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà, volontariato e promozione sociale articolata in tutto il territorio nazionale
  • Anolf
    ANOLF - Accoglienza, assistenza, informazioni, rappresentanza e tutela dei diritti di cittadinanza degli immigrati e delle loro famiglie.
  • Sicet
    SICET - Informazioni e consulenza nei rapporti di locazione, norme condominiali, accesso agli alloggi popolari
  • Iscos
    ISCOS - l’Istituto sindacale per la cooperazione allo sviluppo che opera, come organizzazione non governativa, in tutte le aree del mondo globalizzato

    CISL Sulcis Iglesiente
    Via Mazzini, 41 - Carbonia-Iglesias 09013
    Telefono +39 366.61.07.456